Vallefiorita e Sersale, il 25 novembre va in scena "T’amo da morire"
Menu

Vallefiorita e Sersale, il 25 novembre va in scena "T’amo da morire"

Vallefiorita e Sersale, il 25 novembre va in scena "T’amo da morire" - 5.0 su 5 basato su 1 voto

25 novembre vallefioritaNella “Giornata mondiale contro la violenza sulle donne”, sabato 25 novembre sarà rappresentata la pièce teatrale “T’amo da morire”, alle ore 10 nella sala consiliare di Sersale e alle ore 18 al teatro di Vallefiorita. Lo spettacolo è curato dalla “Compagnia degli Erranti”, di recentissima costituzione. La compagnia teatrale, composta da donne e uomini uniti dal piacere della lettura e della scrittura, proporrà una serie di testi liberamente tratti dal libro “Ferite a morte”. Lo spettacolo è frutto di un lungo percorso di ricerca cominciato a marzo del 2014, che partendo dal testo di Serena Dandini, si è via via universalizzato cercando di trovare l’anima dietro ognuna delle donne rappresentate. Un lavoro continuo che ruota attorno ai corpi, ai gesti, alle parole, svolto sotto l’attenta supervisione di Franco Procopio e Patrizia Fulciniti. Nel lavoro di predisposizione dello spettacolo un ruolo importante è svolto dalla ricerca che si è concentrata non solo sulle musiche da accompagnare ai testi, ma anche sui timbri, sui colori e gli accenti, sui silenzi, i respiri e le grida delle donne rappresentate. Tutte le attrici e gli attori hanno fatto proprie quelle storie ricostruendone il passato e facendone vivere i luoghi, i tempi e le condizioni in cui quei delitti sono stati commessi. Le storie narrate non trascurano nessun aspetto della femminilità: si passa da racconti degni di personaggi dell’alta borghesia milanese o dell’estrema periferia romana,” a “cretinette” con tacco sei, strangolate con un foulard griffato o accoltellate ripetutamente; da Caltanissetta a Peshawar. Del cast fanno parte Stefania Anastasio, Rosa Cantaffa, Rosaria Catroppa, Emanuela Mercurio, Micaela Papa, Antonella Scarpino e anche due bambine, Benedetta Megna ed Oana Tot della “Biblioteca Errante” di Vallefiorita. C’è anche la partecipazione di Gianni Paone, unico uomo nello spettacolo, a rappresentare la speranza che nessun uomo possa esercitare violenza e sopraffazione su una donna.
Da segnale, inoltre, che allo spettacolo programmato a Sersale parteciperanno anche Antonella Accorinti e Francesca Tucci del centro antiviolenza “Attivamente coinvolte”, mentre a Vallefiorita ci sarà la partecipazione dei bambini della classe quinta della scuola primaria. A conclusione dei due spettacoli, l’impegno della compagnia continuerà con la programmazione di spettacoli teatrali inediti in previsione anche del nuovo anno.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa