Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Conto alla rovescia alla Summer Arena per l’arrivo di Sfera Ebbasta

sfera ebbastaE’ iniziato il conto alla rovescia per il prossimo appuntamento alla Summer Arena di Soverato. Giovedì 16 agosto sarà infatti il turno di Sfera Ebbasta, il rapper che tanto successo sta riscuotendo con il suo ultimo album “Rockstar”.
Quello del 16 agosto, unico concerto in Calabria del tour del giovane artista lombardo, è infatti uno dei più attesi eventi che ospita la terza edizione della Summer Arena, la struttura gestita dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese, che ne cura anche la programmazione degli spettacoli dal vivo.
Considerato come uno dei migliori rapper della nuova generazione contemporanea italiana e internazionale, Sfera Ebbasta è il personaggio più fresco e seguito del momento con oltre un milione di followers su Instagram. Il suo omonimo primo album, pubblicato a settembre 2016 su etichetta Universal/Def Jam e certificato disco di platino per aver superato le oltre 50.000 copie vendute, è un best seller della cultura hip hop: è stato per oltre 65 settimane nella top 40 dei dischi più venduti (classifica FIMI). I singoli “Figli di papà”, “BRNBQ” e “Visiera a becco” sono stati certificati platino, mentre “Notti” e “Bang Bang” hanno raggiunto l’oro Il caso discografico di Sfera e il suo personale percorso è stato anche protagonista del progetto editoriale “Zero”, prima e vera autobiografia del rapper. Il suo ultimo album di inediti, “RockStar” (Universal/Def Jam) è stato rilasciato sul mercato a gennaio. Dietro Sfera Ebbasta si cela Gionata Boschetti, classe 1992, rapper originario di Cinisello Balsamo. L’immaginario di Sfera Ebbasta affronta con una spontaneità quasi disarmante le tematiche della vita nei quartieri con lo sguardo critico e attento di chi il quartiere lo ha vissuto per davvero, descrivendo con estrema chiarezza uno spaccato di realtà giovanile comune in molte periferie delle principali città italiane.

Squillace, dal 16 al 19 agosto torna "Innesti Contemporanei"

innesti contemporanei 2018SQUILLACE - Dal 16 al 19 agosto torna “Innesti Contemporanei”, il festival di teatro e arti performative ideato dal’'associazione “Nastro di Möbius”, con la direzione artistica di Saverio Tavano, che ha come sponsor unico il “Caffè Guglielmo”. Il festival animerà le principali vie di Squillace. Quest’anno, si conferma quartier generale del festival il palazzo Assanti, dove è ubicata la “Casa delle Culture”. “Innesti Contemporanei” nasce con l'intento di “innestare” sul territorio una nuova realtà culturale, che possa nel tempo diventare un appuntamento fisso d’interesse culturale e turistico. Il cartellone vedrà la programmazione di tre spettacoli e un'istallazione “site specific”. Il 17 agosto, alle ore 17, apre il sipario la compagnia “Teatrop”, con lo spettacolo teatrale per ragazzi dai 2 anni in su “Un principe piccolo piccolo”, uno spettacolo-laboratorio per parlare di ambiente, origami, kirigami e fantasia, con la regia di Piero Bonaccurso e con Greta Belometti e Piero Bonaccurso. La nota storia del Piccolo Principe in questo spettacolo-laboratorio viene un po’ tagliuzzata e rincollata. Il Piccolo Principe racconterà del suo viaggio nell’universo e di tutte le cose belle che ha visto e di chi ha conosciuto. È prevista la partecipazione attiva dei piccoli spettatori con cui saranno costruiti e animati tutti gli oggetti e gli animali che s’incontrano durante la storia. A seguire, in serata, alle 20.30, la compagnia “Scenica Frammenti” presenta il musical “Romeo & Giulietta”, da un’idea originale di Franco Seghizzi ripresa da Marco Mencacci e Loris Seghizzi, con Vincenza Barone, Iris Barone, Gabriella Seghizzi, Serena Mennichelli, Walter Barone, Eros Carpita, Loris Seghizzi. Musiche eseguite dal vivo da Carlo De Toni, Massimiliano Nocelli, Francesco Oliviero, Nicola Finozzi, Jacopo Giusti. Luci di Michele Fiaschi; scrittura e regia di Loris Seghizzi. E’ la parodia della celebre tragedia di Shakespeare, che propone un viaggio attraverso uno spettacolare susseguirsi di immagini, colori e suoni che si intrecciano alla prosa. Il testo di Shakespeare è arricchito dalle suggestioni delle famose storie d’amore del grande schermo: da “Biancaneve” a “Jesus Christ Superstar”, da “Love Story” a “Cenerentola”, dalla “Traviata” a “James Bond”, da “Madame Butterfly” a “West Side Story”. Il 18 agosto, alle ore 20.30, spettacolo “Agrigento, stazione di Agrigento”, tratto da Luigi Pirandello, con Gianfranco Quero. L’attore racconta Luigi Pirandello, la sua vita, le persone che ne hanno segnato il percorso umano ed artistico: il padre, la madre, la moglie, la “creata”, i figli. Il 19 agosto, alle ore 20, sarà in scena la compagnia “Ovatta Armata” vincitrice del Premio Inventaria 2018 di Roma, con lo spettacolo "Cresci bene. Cresci forte", di Francesca Romana Miceli Picardi, con Valentina Martino Ghiglia Francesca Romana Miceli Picardi, Alessandra Muccioli; costumi di Metella Raboni; musiche di Benedetto Ghiglia; disegno grafico di Cecilia Vitiello; tecnico luci e fonica Mariachiara Sammartino. “Innesti Contemporanei” prevede anche una sezione collaterale: “Innesti collaterali”, appunto, con l’obbiettivo non solo di una crescita culturale e turistica dell’antico borgo medievale di Squillace, ma quella di far diventare Squillace un luogo ideale per gli artisti, in un autentico teatro a cielo aperto che merita solo di essere valorizzato. Per questo, come ogni anno, ci sarà un’istallazione “site specific” nel suggestivo spazio della piccola chiesa di Santa Maria della Pietà, chiesetta gotica risalente al XIII secolo, mentre nel monastero di Santa Chiara verrà ideata un’istallazione, a cura del duo Zingarello-Pujia, con Silvia Pujia e Maria Teresa Zingarello, a cura dell'associazione “Meridiano16”.

Carmela Commodaro

Cardinale e Soverato ricordano Sal Nistico

IMG 20180801 WA0003Tra gli eventi musicali dell’agosto soveratese, il 19 sera, figura un interessante appuntamento di musica jazz, dedicato alla memoria del sassofonista di fama internazionale Sal Nistico. Il concerto è stato organizzato dal comitato d’onore della “Sal Nistico International Jazz Association”, presieduto dal sindaco di Soverato, Renato Alecci. L’associazione, nata dall’intuizione dell’ex presidente della giunta calabrese pof. Pino Nisticò e dall’assessore comunale soveratese alla cultura e spettacolo Lele Amoruso, ha come scopo fondamentale di onorare la figura di uno dei jazzisti più famosi del secolo scorso e tra gli oriundi calabresi più noti nel mondo essendo suo nonno Salvatore originario di Cardinale.
Nato a Syracuse (NY), il 2 aprile 1940, Sal si appassionò alla musica jazz fin dalla giovane età. Dopo l’esordio con Chuck Mangione, nel 1962, entrò come “solista vedette” nella prestigiosa banda di Wood Herman e, successivamente, nel 1970 , nella famosissima banda Count Basie. Fino alla sua morte precoce, nel 1991, a Berna, in Svizzera, Sal Nistico ha suonato in America e in Europa in piccole formazioni e, a volte, con alcuni geni della musica jazz, come Dizzy Gillespie, George Coleman, Curtis Fuller, Cannonball Adderley, Kenny Clark e altri.
Per ricordare la memoria di questo grande musicista di origine calabrese, il sindaco di Cardinale, Danilo Staglianò, a nome dell’amministrazione comunale, sera del 17 agosto, nella sala consiliare, nel corso di una solenne cerimonia, consegnerà le chiavi della città alla cantante jazz Rachel Gould, considerata la “Ella Fitzgerald bianca”, moglie di Sal ed alla figlia Miriam, cantante e attrice di teatro, che vive in Inghilterra. Sera di sabato 18, alle ore 18,30, nella sala consiliare del comune di Soverato, dopo la presentazione ufficiale dell’associazione da parte di Giuseppe Nisticò, il sindaco Renato Alecci consegnerà gli’ “Ippocampo d’Oro” alla memoria di Sal.
Le manifestazioni in onore di Sal Nistico si concluderanno domenica 19 agosto, con un concerto jazz, alle ore 21,3, nell’area ex Comac, sul Lungomare, con la direzione artistica dei maestri sassofonisti Mario Raja, Pietro Tonolo e Mauro Zazzarini, accompagnati da Rossano Emili, clarinetto basso, Pietro Ciancaglini, contrabasso, Armando Sciommeri, batterista, David Howard, alla chitarra, Claudio Colasazza al piano e la partecipazione straordinaria della cantante Rachel Gould.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa