Soverato Sport
Menu

Soverato Sport

Francesco Gioffrè

Catanzaro Calcio, è un dolce dopo-derby. È l'occasione giusta per il rilancio?

cz cs 2 1CATANZARO - Non si assorbe l’eco del Derby di Calabria andato in scena ieri pomeriggio sul ‘palco scenico’ del “Nicola Ceravolo”; a Catanzaro c'è entusiasmo da vendere mentre a Cosenza è caccia al colpevole e numerosi ‘processi’ sono in attesa di verdetto finale. Il campo ha dato ragione ai giallorossi del condottiero Davide Dionigi, raggiante nel post-gara: “Ogni allenatore vorrebbe avere una squadra come lo è stata la mia in questa gara. Sono felicissimo per la prestazione, siamo stati perfetti in ogni situazione e abbiamo mostrato la cattiveria agonistica che avevo chiesto” ha affermato il tecnico modenese del Catanzaro, che gongola per aver regalato al popolo giallorosso non solo una vittoria che ha spazzato la delusione per il derby perso malamente lo scorso anno, ma anche, e soprattutto, una nuova convinzione, ossia che forse potrebbe essere la svolta della stagione. Nordi e compagni hanno infatti fatto divertire tutti i tifosi delle ‘Aquile’, sia quelli presenti allo stadio, sia chi ha visto la partita al PC, offrendo un ottimo gioco corale e l’agonismo che ogni appassionato di calcio e sostenitore di una qualsiasi squadra vuole . Nella città dei Tre Colli ci si chiede: “E se il Catanzaro giocasse sempre così? Dove può arrivare?” . Oggettivamente è molto improbabile che si possa ripetere per tutte le prossime partite la stessa bella performance di ieri pomeriggio, per lo meno ci si può auspicare che Letizia e soci abbiano acquisito una nuova mentalità che, questo si, potrà aiutarli nel prosieguo stagionale. Poi come si dice, “il pallone è rotondo” e ogni partita ha una storia a sè, se poi aggiungiamo nel ‘calderone’ che la Serie C, in particolare questa Serie C, è assai imprevedibile, allora possiamo tranquillamente affermare che il Catanzaro è pronto a fare la sua parte e rilanciarsi più in alto. Non possiamo sapere quanto, ma senza dubbio il derby vinto ieri può, e deve, fungere da molla per i giallorossi. Lo chiede un popolo, una tifoseria che, ancora una volta, ha shockato tutti per la stupenda coreografia messa in atto all'ingresso delle squadre in campo, confermando (se mai ce ne fosse bisogno) di ambire a ben altri palcoscenici rispetto a tornei di terza serie. Ma procediamo per gradi, forse tra qualche anno ci sarà anche questo , intanto il campionato prosegue e sabato sera la compagine del presidente Noto è attesa dalla difficile trasferta a Siracusa; da domani riprenderanno gli allenamenti, nel frattempo la squadra si sta godendo i meritati festeggiamenti post-derby. Non fermarti, Catanzaro!

Francesco Gioffrè

Foto USCATANZARO1929_RomanaMonteverde)

Davoli Academy acciuffa il pari in extremis a Cittanova e si avvicina alla vetta

davoli acamadyCITTANOVA - Finisce con un pirotecnico 4-4 il match tra Polisportiva Cittanova e Davoli Academy/Blingink Soverato del nono turno del girone B di Serie C2. Gara molto combattuta in terra reggina e difficile per i calcettisti di mister Cosentino, costretti a rincorrere gli avversari già dal primo tempo, chiuso sul 3-2 per i padroni di casa. Stesso copione nella ripresa, Cittanova sul 4-3 a pochi minuti dal termine, così i biancorossi attuano il quinto uomo per riequilibrare la situazione e ci riescono, conquistando un ottimo punto su un campo ostico che gli permette di portarsi a -2 dalla capolista Locri, sconfitta nel derby contro il Five Siderno. I marcatori della gara odierna sono Raffaele, Francesco Parafati, Celia e Bilotta per il Davoli/Soverato, la doppietta di Bovalina ed i restanti gol di Sorrenti e Maurici per il Cittanova. Tra una settimana big-match al “Pala Scoppa”, arriva la Ludos, ora quarta, ma compagine fortissima.

Francesco Gioffrè

Derby di Calabria tra Catanzaro e Cosenza, grandissima attesa tra i tifosi per la gara dell'anno

cz locandina csCATANZARO - Ormai ci siamo. Ancora poche ore e Catanzaro e Cosenza saranno faccia a faccia per il match-clou del quindicesimo turno d'andata del girone C di Serie C. Domani, dalle ore 14.30, lo stadio “Nicola Ceravolo” sarà il teatro del quarantasettesimo Derby di Calabria , la madre di tutte le partite per i sostenitori delle due compagini calabresi. Settimana trascorsa nel più assoluto riserbo dalle due squadre, preparate dai rispettivi tecnici per questo cruciale appuntamento. Davide Dionigi ha preparato i giallorossi alla gara rigorosamente a porte chiuse e lontani da occhi indiscreti; si vuole centrare il bottino pieno nel match di domani per una serie di motivi, su tutti la vendicare il clamoroso 0-3 patito nella prima giornata dello scorso, sciagurato, campionato. Dall'altra parte, i rossoblu dell’ex bandiera (ironia della sorte) catanzarese Piero Braglia sono galvanizzati dagli ultimi risultati ottenuti proprio con l’avvento in panchina di “Pierino la peste”, risultati che hanno tirato fuori i ‘Lupi’ dalle ultimissime posizioni di classifica. I punti all'attivo per le due formazioni sono gli stessi (15), Nordi e compagni hanno però una gara da recuperare, per cui l’importanza della super sfida calabra assume una rilevanza ancora maggiore, perché una sconfitta per l’una o l’altra compagine potrebbe significare una nuova pericolosa discesa verso il basso, un successo invece aprirebbe inevitabilmente scenari interessanti. Tra ‘Aquile’ e ‘Lupi’ sono , senza dubbio, le prime che hanno tutto da chiedere a questa gara, soprattutto dopo il già accennato nefasto derby dello scorso anno quando a Catanzaro vinsero i bruzi, dopo 65 anni dall’ultima volta. L’obiettivo dunque del Catanzaro è battere i ‘cugini’ per riscattare l’ultima volta e dare un senso a questa stagione, ovviamente può dirsi la stessa cosa per il Cosenza che sogna un incredibile bis . Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad un Derby con la D maiuscola, se aggiungiamo anche che la prevendita dei tagliandi sta volando e che l'ex "Militare" si prepara ad essere sold out. Ovviamente, oltre allo spettacolo in campo, si augura anche un'atmosfera si carica, ma anche serena, sugli spalti; è inutile nascondere l'acerrima rivalità culturale-storica-sportiva tra le due tifoserie, tuttavia ricordiamo che si tratta in fin dei conti di una partita di calcio ed è perciò più che lecito aspettarsi novanta minuti di grande calcio e di nient'altro che possa in qualche modo rovinare la festa. La Curva "Massimo Capraro", cuore pulsante della tifoseria catanzarese, è pronta ad esibire una maestosa coreografia, il resto dello stadio va verso il pienone mentre i supporters cosentini che occuperanno la Curva "Angelo Mammì" saranno all'incirca 500. Assisteranno all'incontro anche i bambini delle scuole di Catanzaro e Cosenza, insieme come se fossero dei compagni di classe, senza barriere di alcun tipo; in fondo, anche questo è derby! E ordunque, tuffiamoci nell’atmosfera del match ipotizzando gli schieramenti che si scontreranno domani sul terreno di gioco dello stadio catanzarese
QUI CATANZARO: 'Aquile' a Montepaone (a porte aperte) questa mattina davanti a 300 tifosi per la rifinitura; poco-nulla è trapelato per quanto riguarda la formazione che però, alla luce di alcuni recuperi da infortuni, potrebbe vedere protagonisti, nell'ormai consolidato 3- 4-3, Nordi in porta dietro al trio Riggio-Di Nunzio-Gambaretti, Zanini e Imperiale esterni con Benedetti e uno tra Maita e Onescu a centrocampo, solito attacco con Letizia, Falcone e Infantino. Squalificato il difensore centrale Sirri.
QUI COSENZA: I rossoblu hanno disputato un amichevole, giovedì, contro il Corigliano vincendo 4-1. Braglia si dovrebbe affidare al 4-3-1-2 con Perina in porta, Corsi e Pinna laterali di difesa con Idda e l'albanese Dermaku al centro. Sulla mediana agiranno Bruccini, Calamai e Palmiero, Baclet e Statella invece saranno le due spalle della punta franco-ghanese Baclet.

Designato per la direzione arbitrale Daniele Viotti di Tivoli, assistenti i palermitani Vincenzo Madonia e Matteo Guddo.
E che sia un bellissimo , e sportivissimo, derby!

Francesco Gioffrè

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa