Soverato Calcio a 5
Menu

Soverato Calcio a 5

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Dimensionamento scolastico, riunione in Provincia

Dimnsionamento 1CATANZARO –  “Al centro della razionalizzazione e della programmazione della rete scolastica da realizzare con il nuovo dimensionamento la Provincia di Catanzaro mette al centro gli studenti e le loro famiglie. Questo significa pensare prima di tutto alla formazione e alle prospettive dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze che sono la classe dirigente del futuro”. E’ quanto ha affermato il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, che questa mattina ha presieduto una partecipata riunione con i dirigenti scolastici e i sindaci dei comuni che ospitano le scuole superiori di competenza provinciale, convocata proprio con il fine di “ascoltare le esigenze, i dubbi, anche i timori e soprattutto le proposte per programmare un’offerta formativa sempre più funzionale ad una efficace azione didattico – educativa, realizzare il diritto all’apprendimento e ridurre il disagio degli studenti. Al momento nulla è deciso – ha rimarcato più volte il presidente Bruno -. Siamo qui per un confronto propositivo finalizzato ad individuare proposte condivise, nella logica di una proficua collaborazione”. Al fianco del presidente Bruno la dirigente del settore competente, la dottoressa Rosetta Alberto, il dirigente del settore Patrimonio, architetto Pantaleone Narciso e tutti i consiglieri provinciali che saranno chiamati ad approvare la proposta di dimensionamento varata su indicazione di Comuni e organismi scolastici. Al centro, quindi, il mondo della scuola e le esigenze dei territori nell’ottica del rispetto delle esigenze degli studenti, secondo “un metodo che è stato adottato anche tre anni fa e che di fatto si è dimostrato molto positivo visto che il sistema ha retto bene fino ad oggi, rispettando l’autonomia delle scuole e la loro storia, oltre che il radicamento territoriale”. A raccogliere le istanze dei dirigenti scolastici e dei sindaci il dottor Giuseppe Mirarchi, dirigente vicario dell’Ufficio scolastico regionale. Il presidente Bruno ha invitato i dirigenti scolastici a dare comunicazione all’Amministrazione provinciali delle esigenze strutturali dei singoli plessi scolastici (arredi in particolare) poiché con l’approvazione del bilancio di previsione, previsto per il 30 ottobre,e sulla base delle risorse stanziate nonostante le ormai consolidate ristrettezze economiche Provincia potrà venire incontro alle richieste della dirigenza scolastica intervenendo con importanti azioni strutturali per la tutela del diritto alla studio e alla sicurezza degli studenti. “Con il bilancio di previsione che approveremo nelle sedute del 23 e del 30 ottobre, la Provincia dimostra ancora di aver investito sulla sicurezza dei cittadini, stanziando fondi importanti sulla manutenzione delle strade e delle scuole – ha rimarcato Bruno -. E non era scontato. Abbiamo ereditato un Ente sano grazie alla buona amministrazione di chi ci ha preceduto, ma la legge di ridimensionamento degli Enti locali prima e la Finanziaria del 2015 dopo hanno messo in ginocchio le Province cancellandone ogni capacità di investimento. Grazie, quindi, al nostro attivismo e all’investimento di 9 milioni di euro, riusciamo a dare un minimo di risposte in questi due settori fondamentali”. Il presidente Bruno ha anticipato anche che saràvcostruito un immobile da destinare a scuola nella zona del basso litorale jonico e che, in seguito all’approvazione del bilancio invattesa dei trasferimenti regionali, potranno essere anticipate levrisorse da finalizzare all’assistenza ai diversamente abili nelle scuolevdi competenza provinciale, mentre il servizio di trasporto era partitovregolarmente già dal 14 settembre scorso. Tra gli interventi registrati - presente anche l’assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Catanzaro, Nuccia Carrozza - quello della dirigente scolastica dell’IIS “Petrucci-Ferraris-Maresca” di Catanzaro, professoressa Maria Murrone; del professor Giovanni Mazzuca del liceo scientifico “Campanella” di Lamezia Terme; della dirigente del Polo scolastico di Chiaravalle “Ferraris”, professoressa Elisabetta Zaccone; della reggente del Convitto “Galluppi” di Catanzaro, professoressa Amalia Ruberto; del dirigente scolastico dell’ISS di Decollatura, professor Antonio Caligiuri; della dirigente scolastica dell’Istituto di istruzione superiore di Sersale, Rosetta Falbo; del dirigente scolastico del liceo classico di Lamezia terme “Fiorentino”, il professor Nicolantonio Cutuli; il dirigente dell’ITT “Malafarina” di Soverato, professor Domenico Servello; il professor Roberto Panzarella dell’IPSSAR “Einaudi” di Lameza Terme; la dirigente scolastica del liceo classico Galluppi di Catanzaro, professoressa Elena De Filippis; del vice sindaco di Cardinale, Katiuscia Mazza; del presidente del consiglio comunale di Catanzaro e consigliere provinciale, Marco Polimeni; del consigliere provinciale Giacomo Muraca; del sindaco di Chiaravalle, Domenico Donato; del vice sindaco di Botricello, Simone Puccio; del commissario straordinario del Comune di Decollatura, dottoressa Laua Rotundo; del sindaco di Martirano, Francesco bartolotta, e del sindaco di Girifalco, Pietrantonio Cristofaro.

Pentone, riapre la Scuola di Musica gratuita del Prof. Tarantino, per adulti e ragazzi

foto prof tarantino nota stampa pentoneRiapre mercoledì prossimo a Pentone la Scuola di musica del Prof. Antonio Tarantino, classe 1934. Il corso di musica, organizzato in collaborazione col Comune di Pentone, e’ aperto ai residenti e non e sarà gratuito. Le lezioni, con cadenza settimanale dalle ore 16.30 alle ore 17.30, si terranno presso i locali di Via Aldo Moro (ex scuola materna) e potranno partecipare sia gli adulti che i ragazzi.
Lo stesso Tarantino, diplomatosi al Conservatorio di Vibo Valentia nel 1975, già nel 1960 insegnava musica a Pentone attraverso i Corsi di orientamento musicale e per oltre 40 anni si e’ dedicato all’ insegnamento della musica nelle Scuole secondarie di primo grado di Catanzaro. Già Vincitore del Premio Fossato Serralta d’Argento nell’anno 1985 quale eccellenza della Presila, il professore si e’ distinto anche negli anni a seguire come personalità particolarmente vicina al popolo calabrese con la sua arte. Tra le altre, ha suonato con le Bande musicali di: Acquaviva delle Fonti, Potenza, Gioia del Colle, Soriano Calabro, Stilo, Bivongi, Palmi, Nicastro e Tiriolo ed immancabilmente ha diretto la celebre Banda musicale di Pentone 1888, per oltre trenta anni. Il Maestro Tarantino si e’ sempre prestato gratuitamente alla divulgazione della musica, sostenendone l’importanza dell’apprendimento soprattutto tra i più giovani e, nondimeno, ha contribuito al potenziamento della Banda musicale locale, di cui si e’ preso cura fino ai giorni nostri.
Obiettivo della Scuola di musica e’ proprio quello di continuare in quest’opera di proselitismo e di avvicinamento alla musica, anche per la tutela della tradizione bandistica pentonese che in mancanza di nuove leve nel lungo periodo potrebbe rischiare la chiusura. Le lezioni gratuite partiranno dall’insegnamento della note passando al solfeggio parlato ed in un secondo tempo all’utilizzo dei vari strumenti, a fiato ed a percussione. Per ulteriori informazioni telefonare al numero: 349.1408242.

La Polizia Stradale arresta un 35enne per omicidio stradale

Foto Volante 02Un grave sinistro stradale si è verificato ieri sera sull’ autostrada A3 Salerno Reggio Calabria all’altezza del Comune di Martirano Lombardo, dove un Opel Vectra tamponava violentemente l’autovettura che la precedeva causando il decesso sul colpo di una donna di 67 anni, nonché lesioni agli altri tre occupanti e danni ad altri due veicoli. Le pattuglie della Polizia Stradale intervenute in breve tempo sul luogo dell’incidente ravvisavano sin da subito il palese stato di alterazione psicofisico del conducente dell’Opel Vectra che risultava positivo al controllo della prova alcoolemica. Dalla ricostruzione inequivocabile della dinamica dell’accaduto, si appurava l’elevata velocità di marcia della Vectra e il mancato controllo del mezzo da parte di I.R., anche come conseguenza della guida in stato di ebrezza. Nel mentre sopraggiungevano tutti i dovuti soccorsi sanitari e non, I.R., di 35 anni, originario del Marocco, è stato ripetutamente sottoposto alle prove con etilometro dalle quali emergeva il persistente stato di alterazione dello stesso. In considerazione di ciò e, tenuto conto della pericolosità del soggetto che da ulteriori controlli si appurava aver già in precedenza commesso gli stessi reati, e rilevato che il decesso della passeggera del veicolo investito era diretta conseguenza del comportamento e della scorretta guida di I.R., gli Agenti della Polizia Stradale procedevano all’arresto facoltativo in flagranza per il reato di omicidio stradale e guida sotto l’effetto di alcool. Al termine degli accertamenti i veicoli direttamente coinvolti nel sinistro venivano sottoposti a sequestro penale ed affidati in custodia giudiziale a una ditta di soccorso stradale.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa