Ancora polemiche sull'utilizzo del "Baldassarre Sinopoli"
Menu

Ancora polemiche sull'utilizzo del "Baldassarre Sinopoli"

Ancora polemiche sull'utilizzo del "Baldassarre Sinopoli" - 5.0 su 5 basato su 1 voto

logo Uesse_SoveratoSOVERATO - Continua l'annosa polemica che riguarda l'utilizzo dell'impianto sportivo comunale "Baldassarre Sinopoli" di Soverato tra le società calcistiche della Virtus Soverato e l'Uesse Soverato, impegnate rispettivamente, nel campionato di calcio di Eccellenza e di Prima Categoria. Il nodo riguarda di, di fatto, l'utilizzo oo meno del terreno di gioco, dopo il suo rifacimento, in determinate ore della giornata. Di seguito riportiamo il comunicato-stampa integrale inviatoci dall'Uesse Soverato in risposta a quello precedentemente inviatoci e pubblicato,  lo scorso 22 novembre, a firma della Virtus Soverato.

Ecco il contenuto integrale del comunicato-stampa:

"Prendiamo atto che, la dirigenza dell’ASD Virtus Soverato 2001, rappresenta sia il sindaco di Soverato che l’intero popolo sportivo della città, come si evince dal comunicato inviato alla stampa il 22 novembre 2011. Non vogliamo certamente disilludere i rappresentanti dell’emerita società sportiva che hanno tutto il diritto di convincersi di rappresentare le istituzioni e la città, ma sentiamo il dovere di evidenziare che non esiste né nel comunicato né nelle nostre intenzioni di screditare il sindaco di Soverato e non ci presteremo mai al tentativo reiterato ed incomprensibile, nel mondo dello sport, di politicizzare diatribe personali amplificando, su terreni non consoni, incomprensioni e disguidi che si limitano alla gestione dell’impiantistica sportiva soveratese. Non conosciamo eminenze grigie che si possano contrapporre a presunte eminenze di colore diverso che evidentemente, seppur da noi sconosciute, condividono i percorsi con i dirigenti dell’ASD Virtus Soverato. Siamo così lontani da tali logiche e da diatribe inutili e controproducenti, ma non possiamo accettare di essere additati come falsi e tendenziosi e sentiamo il dovere di ripristinare la verità anche al fine di sgombrare il campo da contrapposizioni che, portate a conseguenze più estreme, potrebbero danneggiare la civile convivenza sportiva tra le due società. Con tale intenzione, chiariamo, senza amor di polemica, che non abbiamo mai contestato, né formalmente né sostanzialmente, la meritevole attività di ripristino del manto erboso del “Baldassarre Sinopoli” anche se effettuato in modo unilaterale e senza confronto dall’ASD Virtus Soverato. Abbiamo soltanto chiesto, nel nostro piccolo, di poter usare l’impianto sportivo per svolgere la nostra attività rispettando le esigenze di tutti. E’ doveroso ribadire che l’Uesse Soverato usa l’impianto sportivo “Baldassarre Sinopoli” soltanto 3 giorni alla settimana, dalle 19.15 alle 21.15 circa, avendo avuto autorizzazione comunale per un campionato che si svolge, prevalentemente, com’è naturale, nel periodo autunno-inverno. Se è opportuno evitare da parte di tutti il calpestio del terreno erboso in presenza di forti piogge o nubifragi, tale accortezza, non può usarsi certamente per le normali precipitazioni autunnali ed invernali in quanto, di fatto, bloccherebbe l’attività della squadra per tutto il campionato. L’Uesse Soverato, per giunta, non ha ancora usufruito, seppur autorizzata dal Comune, di alcuno spazio per il deposito di attrezzature sportive in quanto tutto l’impianto è occupato dall’ASD Virtus Soverato. Per quanto attiene l’acquisto delle nuove porte e della rete di recinzione del campetto di allenamento, siamo ancora in attesa di regolari preventivi o fatture per rimettere nei termini e nelle modalità da concordare il piccolo contributo a nostro carico, seppur non dovuto in quanto ogni iniziativa sul “Baldassarre Sinopoli” è stata assunta unilateralmente dall’ASD Virtus Soverato senza concordare o avvertire alcuno. Ad ogni buon fine appare opportuno evitare incresciosi e inutili scontri che non giovano certamente all’immagine sportiva di Soverato e producono danno, in un momento così difficile, per l’attività dell’amministrazione comunale che sta producendo sforzi per risolvere problemi più annosi e più importanti. Vogliamo rispettare tutti e pretendiamo rispetto da tutti in considerazione che, comunque, stiamo discutendo di un impianto sportivo di proprietà della Città di Soverato."

L'Uesse Soverato

 

 


Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa