Catanzaro Calcio, non si vince più
Menu

Catanzaro Calcio, non si vince più

Cz Andria foto us29 rmonteverdeCATANZARO – Altra gara senza vittoria per il Catanzaro, fresco del secondo pareggio consecutivo dopo il 3-3 di Trapani. Sabato è finita 0-0 contro la Fidelis Andria, ultima della fila assieme a Casertana e Paganese e formazione che in questo campionato non ha ancora assaggiato il successo. E’ difficile spiegare con le parole giuste l’involuzione della squadra giallorossa rispetto all’avvio di campionato che aveva in qualche modo ridato speranza al popolo catanzarese dopo le negative stagioni passate; le “Aquile” stanno attraversando un periodo difficile per vari motivi; il cambio di allenatore (Dionigi non ha ancora vinto una partita), dunque nuovi schemi e stili di gioco da assimilare per i giocatori, ma soprattutto è l’incredibile serie di infortuni occorsi a praticamente mezza squadra a preoccupare i tifosi e gli addetti ai lavori. Il tecnico emiliano del Catanzaro è però fiducioso: “Con l’Andria abbiamo fatto noi la gara, ci è mancata lucidità. E la situazione infortunati comincia ad essere pesante” , si rammarica Dionigi, risentito in particolare per l’episodio dell’uscita anzitempo di Cunzi, toccato molto duramente da un’uscita “assassina” del portiere Maurantonio (il mister del Catanzaro chiedeva il cartellino rosso, ma invece l’arbitro ha optato per il giallo) che ha costretto l’attaccante giallorosso ad un nuovo stop dopo quello precedente. E’ innegabile, la squadra così com’è, incompleta di parecchi giocatori infortunati, non può esprimersi al massimo, è forse questa la ragione principale del digiuno di vittorie che dura da quasi un mese (3 ottobre, 3-1 all’Akragas al “Ceravolo”)? Nonostante questo, però, il Catanzaro è ora chiamato a cambiare marcia perché la classifica dice che Nordi e compagni si trovano a metà del gruppo, le ultime sono lontane solo 5 punti , ma è pur vero che anche la distanza dalla zona playoff non è siderale. Sarebbe dunque opportuno, per fugare ogni paura e dubbio, tornare a fare risultato pieno da subito per non rischiare di venir risucchiati nel pericoloso vortice delle zone basse, un’esperienza che purtroppo il popolo giallorosso ha vissuto già due volte negli ultimi due campionati e che non ci tiene minimamente far valere, per questa situazione, la regole del “non c’è due senza tre” . Da oggi a Giovino si torna nuovamente al lavoro per preparare al meglio la trasferta di Francavilla di sabato pomeriggio, Dionigi ha due obiettivi fissi: recuperare in fretta infortuni (considerato il match di sabato e l’infrasettimanale di martedì prossimo contro la sorpresa Monopoli) e punti per risalire la china al fine di garantire, almeno, la “stagione di transizione” programmata ad agosto.

Francesco Gioffrè

(Foto USCATANZARO1929_RomanaMonteverde)

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa