Catanzaro fermato in Lucania, contro il Matera finisce 1-1
Menu

Catanzaro fermato in Lucania, contro il Matera finisce 1-1

matera catanzaroMATERA-CATANZARO 1-1

MATERA: Farroni, Risaliti, Stendardo, Auriletto, Sepe, Ricci ( 78’Garufi), Bangu (65’Grieco), Corso, Tricarico, Scaringella ( 65’Orlando), Corado. In panchina Fortunato, Sgambati, Milizia, Lorefice, Hysaj, Galdean, El Hilai, Casiello, Dammacco, Delrio. All. Imbimbo

CATANZARO: Furlan, Celiento, Figliomeni (35’ Signorini), Riggio, Statella, Maita, Iuliano (77’ Eklu), Favalli, Kanoutè (53’ Fischnaller), Ciccone (77’ Giannone), D’Ursi. In panchina Elezaj, Mittica, Lame, Nikolopoulos, Eklu, Nicoletti, Infantino, Giannone, Repossi. All. Auteri

ARBITRO: Paterna di Teramo (Ass.Micaroni di Chieti e Di Giacinto di Teramo)

MARCATORI: 17’ Ricci, 23’ D’Ursi

NOTE: Serata freddo, terreno di gioco in non perfette condizioni. Presenti circa 2000 spettatori con rappresentanza catanzarese. Ammoniti Figliomeni, Furlan, Corado,. Recupero 1’ pt, 5’ st

MATERA – E’ uno a uno tra Matera e Catanzaro nel posticipo del diciassettesimo turno del girone C di Serie C. Davanti alle telecamere bianco-azzurri e giallorossi danno vita ad una partita molto gradevole, soprattutto nel primo tempo per le belle azioni in campo, ma anche nella ripresa dove a farla da padrone è stata più che altro l’agonismo e la voglia di non mollare mai. E’ un punto tutto sommato positivo per Maita e compagni, sempre in zona playoff e ora proiettati al match interno di domenica pomeriggio al Siracusa. Gran bel primo tempo al “Franco Salerno – XXI Settembre” tra due squadre equilibrate; Matera compatto e insidioso ad inizio gara, Catanzaro con il solito gioco fluido e la fitta rete di passaggi che, spesso e volentieri, sfocia nell’azione pericolosa. In un terreno di gioco pesante per le piogge di questi giorni lucani schierati col classico 4-4-2, in campo diversi ex giallorossi come Sepe e Corado, ma è un centrocampista a sbloccare il match poco dopo il quarto d’ora di gioco; grande giocata in ‘assolo’ di Ricci e conclusione a giro, dal limite dell’area, imprendibile per Furlan. Il gol dei ragazzi di mister Imbimbo scuote l’ex tecnico materese Auteri, da parte sua sempre fedele al 3-4-3 dove in avanti, assieme a Kanoutè, ci sono Ciccone e D’Ursi; subìto lo svantaggio il Catanzaro riparte e pareggia i conti quasi all’improvviso grazie alla ‘capocciata’ di D’Ursi su perfetto cross di Statella da destra. Match spettacolare con le ‘Aquile’ decise a ribaltare la situazione; ancora D’Ursi manda alto di poco alla mezz’ora, poi è la traversa a dire no ad una pregevolissima deviazione acrobatica di Celiento (tiro dello scorpione), mentre allo scadere dei primi 45’ ci pensa il portiere locale Farroni a superarsi sulla conclusione di Ciccone. C’è anche il tempo per un gol annullato, prima del riposo, al catanzarese Riggio; il centrale commette fallo nell’azione da corner e dunque si resta sull’1-1. Ripresa accesa, squadre votate all’attacco, ma sono pochi i tentativi a rete concreti. Il Catanzaro urla al 66’ per un rigore non concesso (Riggio affossato in area da Stendardo, ma per Paterna non c’è fallo) e sfiora il raddoppio due minuti più tardi con Ciccone. Girandole di cambi e formazioni sempre più offensive, ci prova anche il Matera che all’80’ manca di poco il nuovo sorpasso con Orlando. Tentativi finali anche per Grieco e Ciccone, ma finisce in parità.

Francesco Gioffrè

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa