Logo
Stampa questa pagina

Il derby “Classico” tra Catanzaro e Reggina chiude il 2017, giallorossi chiamati a finire positivamente un anno difficile

cz locandinaCATANZARO – Ultima gara dell’anno solare 2017 nel girone C di Serie C, ventunesima giornata (seconda di ritorno) con derby calabrese in programma tra il Catanzaro e la Reggina. “U Classicu”, cioè la sfida ‘stra-regionale’ tra due tra le uniche tre compagini calabre (l’altra è il Crotone) ad aver disputato almeno una volta il campionato di Serie A, si giocherà domani allo stadio “Nicola Ceravolo” di Catanzaro con inizio alle ore 16,30. E’ una gara importante, a questo punto della stagione, per entrambe le formazioni; per i giallorossi di mister Davide Dionigi (passato glorioso per lui da attaccante amaranto) l’obiettivo è vincere dopo l’ultima brutta sconfitta patita a Caserta, giunta al termine di una partita non giocata bene e che poteva concludersi diversamente visto che per gran parte della ripresa le ‘Aquile’ hanno goduto della superiorità numerica, tuttavia senza sfruttarla. La truppa dell’allenatore modenese del Catanzaro ha perciò tutta l’intenzione di salutare l’anno 2017 con una vittoria, un 2017 che si è rivelato uno dei più movimentati anni vissuti nella gloriosa storia dell’ Uesse; precedente campionato di terza serie si è infatti concluso con una soffertissima salvezza raggiunta dalla squadra, allora allenata da Alessandro Erra, nei playout contro la Vibonese. Subito dopo ci hanno pensato le vicende extracalcistiche a far piombare nuovamente nell’incubo tutto il popolo giallorosso, che non aveva fatto in tempo a festeggiare per aver evitato quella che sarebbe stata una clamorosa retrocessione nei dilettanti; il passo indietro compiuto dall’ex presidente Giuseppe Cosentino, causa eventi giudiziari, poteva comportare il fallimento della società e dunque la fine di una meravigliosa storia iniziata nel 1929, ma la luce in fondo al tunnel c’era e aveva il volto di un gruppo di imprenditori rigorosamente catanzaresi, capeggiato da Floriano Noto, che si è fatto carico di acquisire il sodalizio giallorosso divenendone il nuovo numero uno. E’ grazie a lui e ad i suoi collaboratori che adesso stiamo continuando a parlare delle vicende calcistiche catanzaresi, pronte ad arricchirsi di nuove pagine di storia da qui in avanti. Tornando al presente, dicevamo che un successo nel derby potrebbe rilanciare le ambizioni playoff del Catanzaro in vista dell’imminente 2018, tuttavia in riva allo Stretto il momento che si sta vivendo è sportivamente drammatico; gli amaranto puntano al più presto a tornare a conseguire un risultato positivo che, in qualche modo, possa scacciare i fantasmi di una crisi che sembra non conoscere fine. Reggina infatti a secco di vittorie da ben nove gare (ultimo successo il 2-1 al Catania risalente a due mesi fa), sono quattro i k.o. consecutivi e per giunta un solo gol è stato realizzato nelle ultime cinque partite. Dopo il nefasto 0-3 in favore del Rende sabato scorso, gli uomini di mister Agemone Maurizi sono dunque chiamati alla riscossa per ridare all’ambiente, al momento in subbuglio ed in piena contestazione, un po’ di serenità. Match preparato nel massimo riserbo dai rispettivi allenatori, ma qualcosa in più, rispetto alla sponda reggina, trapela dai Tre Colli per ciò che concerne la probabile formazione; il tecnico giallorosso può sorridere per il recupero dei suoi due ‘arieti’ Letizia e Infantino, i quali dovrebbero formare l’attacco titolare assieme a Falcone. A centrocampo rientrano Marin e Onescu così come Benedetti, resta da scoprire chi sarà schierato considerato anche il buon momento di forma di Maita, Spighi e Icardi. Zanini e Nicoletti saranno come sempre schierati sulle fasce mentre, davanti al portiere-capitano Nordi, trio difensivo Riggio-Sirri-Di Nunzio. Maurizi si affiderà invece al 4-3-1-2, da non escludere in ogni caso cambiamenti; Cucchietti in porta, Laezza e Porcino terzini con coppia centrale formata da Pasqualoni (ex di turno assieme a Maita) e Gatti. Marino, Mezavila e Di Francesco comporranno il centrocampo, trequartista sarà Fortunato dietro il tandem d’attacco Bianchimano-Sparacello. Squalificato Di Filippo. La gara sarà diretta dal signor Daniel Amabile di Vicenza, assistito dai collaboratori Giuseppe Macaddino di Pesaro e Claudio Cantiani di Venosa. Per quanto riguarda il pubblico, lo stadio catanzarese si prepara ad accogliere un’ottima presenza; la curva “Massimo Capraro” ha infatti annunciato una speciale coreografia in ricordo proprio del tifoso giallorosso che ha ‘dato’ il suo nome al settore più caldo dello stadio catanzarese.

Francesco Gioffrè

PROGRAMMA 21.a GIORNATA: 29/12 ore 18.30 Trapani-Lecce. 30/12 ore 14.30 Catania-Casertana, Matera-Sicula Leonzio e Monopoli-Fondi, ore 16.30 Fidelis Andria-Siracusa, Catanzaro-Reggina, Paganese-Cosenza e Rende-Akragas, ore 18.30 Virtus Francavilla-Bisceglie

CLASSIFICA: Lecce 44, Catania 41, Trapani 36, Siracusa 32, J. Stabia, V.Francavilla, Matera e Rende 28, Cosenza e Bisceglie 26, Catanzaro 24, Monopoli 23, Fondi 21, S.Leonzio 19, Casertana e Reggina 18, Paganese 16, F.Andria 15, Akragas 10

Articoli che potrebbero interessarti

Ultimi da Francesco Gioffrè

© Associazione Culturale Soveratiamo All rights reserved. Associazione Culturale “Soveratiamo” P.Iva:03365610793 Iscrizione Registro Stampa n.7/2012 Presso Tribunale di Catanzaro info@soveratiamo.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa