Serie C; c'è l'Akragas per il Catanzaro, i tifosi chiedono più grinta per uscire dalla crisi
Menu

Serie C; c'è l'Akragas per il Catanzaro, i tifosi chiedono più grinta per uscire dalla crisi

Us Catanzaro logoCATANZARO - Mentre il verdetto finale dell'inchiesta "Money Gate" slitta al prossimo 11 aprile, il pensiero del Catanzaro e dell'ambiente che lo circonda va nuovamente al calcio giocato; le cose non stanno andando affatto bene per l'undici giallorosso, in crisi di risultati e, aggiungiamo, di identità. Tutto il malcontento è venuto fuori dopo l'ultima pesantissima sconfitta subita, lo 0-3 contro la Sicula Leonzio di domenica scorsa che ha allontanato la zona playoff relegando i giallorossi, al contrario, in un'anonima metà classifica con, parafrasando i metereologi, "possibili pericolose precipitazioni". Se non piove sul bagnato in "Casa Uesse" poco ci manca, il k.o. di domenica scorsa ha infatti lasciato notevoli strascichi con la tifoseria in aperta contestazione nei minuti finali del match del "Nicola Ceravolo" e durante la settimana di allenamenti dove il tecnico Davide Dionigi, che ha chiesto scusa a tutti per la pessima figura della sua squadra, ha cercato di spronare i suoi ragazzi all'immediato riscatto. Occasione migliore non potrebbe esserci visto che domani la compagine del presidente Floriano Noto è attesa in casa della 'cenerentola' del girone C di Serie C, l'Akragas che, con 11 punti, parrebbe la principale indicata alla retrocessione nei dilettanti. La formazione agrigentina, attualmente allenata da Lello Di Napoli, sta disputando questa stagione tra mille difficoltà ma, nonostante l'ultima posizione in classifica, non vuole gettare la spugna fin quando la matematica non la condannerà. Domani sul neutro di Siracusa "Nicola De Simone" i bianco-azzurri isolani proveranno ad approfittare del momento nero delle 'Aquile' giallorosse le quali, da parte loro, dovranno necessariamente cambiare rotta rispetto alle ultime uscite; i tifosi lo invocano e lo pretendono per una piazza come Catanzaro che, nelle ultime stagioni, ha dovuto subire di tutto e di più.
Si va verso il ritorno del 3-5-2 per la squadra calabrese, il trio Maita-Onescu-Marin principale candidato a comporre il centrocampo con gli esterni Zanini e Sepe, rispetto a domenica dunque Falcone inizierebbe dalla panchina lasciando spazio agli attaccanti Letizia e Falcone. Il pacchetto difensivo sarà formato da Di Nunzio, De Giorgi e Sabato (ma Gambaretti scalpita) mentre in porta, ovviamente, capitan Nordi, uno dei pochi a salvarsi in questo periodo. Per dirigere l'incontro è stato designato il signor Marco Ricci di Firenze, assistenti Driss Abou Elkhayr della Sezione AIA di Conegliano e Veronica Vettorel di Latina.

Francesco Gioffrè


PROGRAMMA 26.a GIORNATA SERIE C GIR. C: 18/2 ore 14.30 Akragas-Catanzaro, Trapani-Paganese e Matera-Siracusa, ore 16.30 J.Stabia-Bisceglie, V.Francavilla-Casertana, Monopoli-Catania, S.Leonzio-Lecce e Rende-Fondi. 19/2 ore 20.45 Cosenza-Reggina. Riposa F.Andria
CLASSIFICA: Lecce 55, Catania 49, Trapani 41, Siracusa 39, Rende e Cosenza 35, Matera e Monopoli 34, J. Stabia 33, V.Francavilla 32, S.Leonzio 29, Catanzaro 28, Biscegli e Reggina 27, Fondi e Paganese, F.Andria e Casertana 23, Paganese 20, Akragas 11

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa