Logo
Stampa questa pagina

Tonfo del Catanzaro nel derby, la Reggina espugna il “Nicola Ceravolo”

CATANZARO-REGGINA 0-1

CATANZARO: Nordi, Sirri, Riggio, Di Nunzio, Zanini, Benedetti (58’ Spighi), Marin (78’ Cunzi), Nicoletti (78’ Maita), Onescu, Letizia (58’ Anastasi), Falcone (87’Infantino) In panchina Marcantognini, Icardi, Van Ransbeeck, Marchetti, Kanis, Imperiale, Puntoriere. All. Dionigi

REGGINA: Cucchietti, Pasqualoni (87’ Auriletto), Solerio, Laezza, Porcino, Gatti, Fortunato (90’+2 Mezavila), De Francesco, Marino, Bianchimano, Sparacello (72’ Tulissi). In panchina Licastro, Di Livio, Aurletto, Silenzi. All. Maurizi

ARBITRO: Amabile di Vicenza (Ass. Macaddino di Pesaro e Cantiani di Venosa)

MARCATORE: 52’ Bianchimano

NOTE: Ammoniti Bianchimano, Marino, Cucchietti. Recupero 3’ pt, 5’ st

cz regginaCATANZARO - È una coda amara quella del 2017 del Catanzaro, sconfitto in casa dalla Reggina nel derby “Classicu” del ventunesimo turno di Serie C. Basta il gol di Bianchimano in apertura di secondo tempo agli amaranto per ‘resuscitare’ dopo un lungo periodo di risultati negativi e ritrovare , forse, la spinta per un 2018 migliore. Male male, invece, il Catanzaro, fermato ancora una volta dalla sua ‘bestia nera’ e deludente per grandi tratti di gara ; non gli è infatti servito l’assedio finale per rimettere in piedi la partita, così la zona playoff si allontana mentre cresce nell’ambiente l’idea di rinforzare la squadra nell’imminente sessione di mercato affinché si possa concludere la stagione senza particolari problemi. È una delusione per tutti i sostenitori giallorossi, ancora una volta strepitosi sugli spalti con l’imponente scenografia sfoggiata in onore di Massimo Capraro; loro hanno vinto. Adesso ad attendere le ‘Aquile’ la lunga sosta post-natalizia (in campo si tornerà il prossimo 21 gennaio) e l’appello del caso ‘Dirty Soccer’, e come detto il calciomercato...

LA PARTITA: Dionigi scioglie le riserve della vigilia affidandosi al fedele 3-5-2 in cui Onescu torna titolare a supporto degli attaccanti Letizia e Falcone, Marin e Benedetti la spuntano a centrocampo con Maita, Icardi e Van Ransbeeck inizialmente in panchina. Anche Maurizi, d'altro canto, opta per lo stesso canovaccio tattico del collega rivale, Bianchimano e Sparacello davanti (De Francesco alle loro spalle), l’ex giallorosso Pasqualoni titolare largo a destra , a sinistra c'è Porcino, Marino, Gatti e Fortunato sulla mediana. Come sempre fantastico lo spettacolo coreografico offerto dai ragazzi della “Massimo Capraro”, la Curva Ovest del “Ceravolo” si colora infatti di giallorosso e si riempie, nel mezzo, di una bellissima gigantografia del tifoso catanzarese scomparso diversi anni fa, ma sempre presente nei cuori e nei ricordi di tutti i sostenitori giallorossi. Dunque anche quest'anno, come sempre ormai accade in occasione dell’ultima gara interna dell’anno solare del Catanzaro, gli U.C. ‘73 hanno onorato la memoria di Massimo. La gara inizia, in campo la fase di studio dura in pratica per tutto il primo tempo , si registrano alcune occasioni: per Benedetti al quarto d'ora (tiro respinto dai difensori amaranto), un’altra conclusione, stavolta imprecisa, del centrocampista delle ‘Aquile’ al 23’ ed in mezzo l'opportunità reggina sui piedi di Fortunato, anch’egli fuori bersaglio col suo tiro dal limite dell’area. Sono però sempre i padroni di casa ad avere le migliori chanches, alla mezz'ora infatti sugli sviluppi di un calcio piazzato Riggio anticipa di testa il portiere avversario Cucchietti, la palla però sfiora il palo tra il rammarico generale dello stadio catanzarese. Mentre in campo i toni agonistici iniziano a farsi importanti arrivano altre due situazioni pericolose reciproche; al 40’ Sparacello conclude a lato una bella azione inizia da De Francesco è proseguita dal bell’assist di Porcino, da sinistra, per la punta, due minuti dopo ci prova , sul fronte opposto, Zanini, ancora una volta tentativo andato a male. Primo tempo terminato in attacco dalla Reggina, Laezza e Bianchimano sparano alto allo scadere da ottima posizione mentre a chiudere il corposo recupero è un colpo di testa di Gatti neutralizzato da Nordi. Reggina a spron battuto anche in avvio di ripresa, dove trova la rete sblocca-risultato; sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina è Bianchimano, al suo sesto centro stagionale, a far esultare i circa venti sostenitori reggini presenti in Curva Est. Gli ospiti continuano a premere mentre i locali vanno incontro a diversi errori, in disimpegno, ma anche in attacco; sono infatti clamorosi gli sbagli dalle parti di Cucchietti nel giro di un minuto, al 62’ Falcone con una deviazione volante da ottima posizione lambisce il palo mentre subito dopo Zanini colpisce male dopo essersi smarcato bene. I ritmi calano, Dionigi cambia la squadra gettando nella mischia anche Anastasi, Cunzi e Infantino, ma solo nel finale si consuma l’assalto disperato del Catanzaro: a tre minuti dal novantesimo tripla, incredibile, occasione per il pareggio, Anastasi arpiona di testa un cross stampando la sfera sul palo, le seguenti ribattute di Zanini e Onescu vengono prontamente sventate dalla difesa e dal grande intervento di Cucchietti, che si ripete nei minuti di recupero su Cunzi e ancora su Anastasi. Così alla fine sorride la Reggina.

Francesco Gioffrè

RISULTATI 21.a GIORNATA: Trapani-Lecce 1-1, Catania-Casertana 1-2, Matera-Sicula Leonzio 2-0, Monopoli-Fondi 1-0, Fidelis Andria-Siracusa 2-0, Catanzaro-Reggina 0-1, Paganese-Cosenza 0-2, Rende-Akragas 2-0. ore 18.30 Virtus Francavilla-Bisceglie

CLASSIFICA: Lecce 45, Catania 41, Trapani 37, Siracusa 32, Matera e Rende 31, Cosenza 29, Francavilla 29, J. Stabia 28, Bisceglie 27, Monopoli 26, Catanzaro 24, Fondi,Casertana e Reggina 21, S.Leonzio 19, F. Andria 18, Paganese 16, Akragas 10

Articoli che potrebbero interessarti

Ultimi da Francesco Gioffrè

© Associazione Culturale Soveratiamo All rights reserved. Associazione Culturale “Soveratiamo” P.Iva:03365610793 Iscrizione Registro Stampa n.7/2012 Presso Tribunale di Catanzaro info@soveratiamo.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa