Vittoria di misura del Catanzaro sul Siracusa, salvezza ora ad un passo
Menu

Vittoria di misura del Catanzaro sul Siracusa, salvezza ora ad un passo

CATANZARO-SIRACUSA 1-0

CATANZARO: Marcantognini, Riggio, Gambaretti, Di Nunzio, Zanini, Spighi (81’ Puntoriere), Maita, Marin, Nicoletti, Infantino (70’ Corado), Letizia (59’ Falcone). In panchina Pellegrino, Sabato, Cason, Van Ransbeeck, Cunzi, Badjie, Sepe, Valotti. All. Pancaro

SIRACUSA: Tomei, Daffara, Turati, Altobelli, Liotti (58’ Mangiacasale), Mancino, Palermo, Mazzocchi (71’ Toscano), Marotta (57’ Scardina), Parisi, Bernardo (57’ Calil). In panchina D'Alessandro, Bruno, Grazia, Giordano, De Silvestro, Spinelli, Grillo. All. Bianco

ARBITRO: D'Ascanio di Ancona (Ass. D'Apice e Somma Di Castellammare di Stabia)

MARCATORE: 23’ Riggio

NOTE: pomeriggio uggioso. Spettatori circa. 2000 con rappresentanza ospite. Ammonito Gambaretti. Recupero 0’ pt, 4’ st

cz siracusa 1 0CATANZARO - Tre punti d’oro del Catanzaro nel match casalingo contro il Siracusa valido per la trentacinquesima giornata del girone meridionale di Serie C. Basta la rete di Riggio nel primo tempo per consentire alle ‘Aquile’ di conquistare una vittoria fondamentale nella corsa alla salvezza, sono infatti adesso 40 i punti all’attivo per i giallorossi, distanti ben otto punti dalla zona playout e, dunque, ormai vicinissimi al raggiungimento dell’obiettivo stagionale. Tutto potrà essere concretizzato nel prossimo turno che vedrà i calabresi ospiti del Fondi, prima del turno di riposo successivo e l’ultima gara stagionale, ancora in trasferta, stavolta in casa della Pagamese.
Diverse novità nel 3-5-2 di mister Pancaro a cominciare dall'esordiente portiere Marcantognini, chiamato a sostituire lo squalificato capitan Nordi (ad indossare la fascia oggi è Maita), c’è anche Riggio dal 1’ al centro della difesa e Nicoletti sulla fascia sinistra. Bianco invece schiera il suo Siracusa con il 4-2-3-1, ex della gara il terzino destro Daffara e l'attaccante Bernardo, accolto bene dal suo vecchio pubblico che ricorda ancora con piacere la rete segnata al Cosenza in un derby di qualche anno fa. C’è vento a Catanzaro, ma fa anche caldo: al “Ceravolo” atmosfera positiva sugli spalti dove le due tifoserie si stimano , in campo gara equilibrata con i locali inizialmente attendisti, ma pericolosi su palla inattiva. È proprio da un tiro dalla bandierina che si sblocca il punteggio: dopo un precedente tentativo andato a male da parte di Letizia segna Riggio, con un preciso colpo di testa, al minuto 23. Le ‘Aquile’ poi gestiscono bene il vantaggio senza concedere grosse opportunità agli ospiti e riescono ad andare negli spogliatoi forti dell’1-0, anche se potevano aumentare il bottino proprio al 45’ quando Letizia, ben imbeccato da Infantino, viene murato dal provvidenziale intervento di Tomei. Ripresa di pura accademia, oltre alle sostituzioni da segnalare un’occasione per parte nei minuti finali della partita; Riggio e Daffara, entrambi di testa, mandano la palla alta. Test superato, infine, da Marcantognini, apparso molto sicuro soprattutto nelle uscite alte.

Francesco Gioffrè

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa