Una straordinaria ed inesauribile Anna Mazzamauro al Teatro del Grillo
Menu

Una straordinaria ed inesauribile Anna Mazzamauro al Teatro del Grillo

20180225 211209Una straordinaria, inesauribile, brillante Anna Mazzamauro ha incantato per un’ora e mezza il pubblico del Teatro del Grillo con “Nuda e cruda”.Per la regia di Livio Galassi con musiche originali magistralmente eseguite da Sasà Calabrese al pianoforte e alla chitarra e da Andrea De Martino al violino, il monologo dell’attrice romana è stato un raccontarsi senza orpelli e senza infingimenti. Al contempo attraverso di sé la Mazzamauro ha portato in scena la condizione della donna, l’illusione e la ricerca dell’amore puro, la tristezza del tradimento e dell’abbandono, la tragicità della violenza di genere, il dramma della solitudine. Una buona dose di autoironia “modo elegante di mescolare le proprie disgrazie”ha caratterizzato lo spettacolo con un incipit di battute comiche sulla bruttezza fisica, quella stessa bruttezza che però ha un vantaggio sulla bellezza, il fatto che sia durevole. La Mazzamauro ha alternato il monologo e il racconto di vita/e con l’interpretazione di brani musicali, ha cambiato costume di scena vestendo i panni ora di un trans ora di una donna la cui figlia è stata barbaramente uccisa ora della grande Anna Magnani. Un crescendo di emozioni e di toni, un palcoscenico colorato e cangiante di luci, una capacità di trasportare i presenti sulla scena e oltre di essa, questo e tanto altro è stato “Nuda e cruda”. Non è mancata la rievocazione della Signorina Silvani, l'impiegata vamp della serie di film sul ragioniere Ugo Fantozzi, che ha fatto conoscere l’attrice al grande pubblico, immortalandola in un personaggio molto amato. Tra una sana ironia anche molti spunti di riflessione, un velo di tristezza sulle note dedicate alla vecchiaia e la centralità dei sentimenti e del cuore, che non invecchia ed è l’ultimo a morire in caso di decesso. In chiusura un omaggio a Wanda Osiris e alla Madonna con toni umoristici e al contempo profondi tra il dialogo e la preghiera. Il pubblico del Teatro del Grillo non ha risparmiato applausi all’artista, alla donna, alla sua energia, alla sua simpatia, alla sua capacità di toccare le corde dell’animo con leggerezza e maestria, quella stessa leggerezza con cui Sasà Calabrese e Andrea De Martino hanno accarezzato le corde dei loro strumenti regalando magia musicale nella magia dell’interpretazione. Il prossimo e ultimo appuntamento del Teatro del Grillo per la stagione 2017/2018 è fissato per giorno 18 marzo alle ore 17.00 e 20.45 con “L’inquilina del piano di sopra” con Gaia De Laurentis e Ugo Dighero.
Per info e prenotazioni consultare il sito : www.teatrodelgrillo.it

Daniela Rabia

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa